Archivio mensile:aprile 2013

CHE FATICA NON ESSERE POETI

 

che-fatica-stress (Large).jpg

 

 

Sento comprimere la fronte,

sulle gote poggio le mani

e chino il capo

vuoto d’idee

come una zucca la notte di Halloween.

Martellano i pensieri

sulle pareti d’una campana rotta,

non giungono amabili note

ad infiorare l’aria,

risuonano solo parole sconnesse.

Premo le tempie

con le dita intorpidite,

come a far uscire liquido poetico

che tarda a venire.

Guardo il soffitto,

mi piace immaginarlo

simile a gobbo di teatro,

dove un invisibile angelo

suggerisce poesie per me,

ma poeta non sono

e resta solo qualche verso sparso,

partorito dall’illusione

di un sogno mai concluso.